Presentata la Nikon D600

Come ampiamente preannunciato qui, dopo alcuni mesi di rumors, è stata finalmente presentata da Nikon la più piccola fotocamera full frame in formato FX, la Nikon D600.

Caratterizzata da un sensore full frame da 24,3 MP, meno dei 36 MP della sorella maggiore D800 ma di sicuro una risoluzione di tutto rispetto, condivide con questa il processore Expeed 3. Abbiamo poi una gamma ISO 100-6400, estendibile fino ad un massimo di 25.600 (equivalente) e ad un minimo di 50 (equivalente), che permette alla Nikon D600 di garantire prestazioni eccezionali anche in condizioni di scarsa illuminazione, anche per il fatto che parliamo sempre di una full – frame; l’elaborazione immagini è a 16 bit.

La Nikon D600 è caratterizzata da un sistema AF a 39 punti Multi-CAM4800 di Nikon di cui 9 a croce e 7 centrali che funzionano efficacemente con obiettivi con apertura fino a f/8 e sensibile fino a -1 EV (ISO 100, 20 °C). Abbiamo una vasta gamma di modi AF, come AF ad area dinamica e il tracking 3D, che consentono di seguire la messa a fuoco anche sui soggetti più piccoli.

Il corpo è di dimensioni ridotte, 141 mm (W) x 113 mm (H) x 82 mm (D) per un peso di 760gr, circa 250 gr in meno rispetto alla D700. La parte superiore e quella inferiore è in lega di magnesio e il corpo risulta tropicalizzato come quello della D800. Il mirino con prisma in vetro ottico ha copertura di quasi del 100% e ingrandimento di 0,7x (50 mm f/1,4 su infinito, -1.0m-1); il monitor LCD ha dimensioni di 3,2″ con una risoluzione di 921.000 pixel.

Ovviamente non manca la possibilità di registrare video, con la tecnologia D-Movie multiarea presa dalla D800; i filmati in Full HD (1080p) possono essere registrati a 30p, 25p e 24p, con opzioni 60p, 50p e 25p a 720p. La durata massima dei clip video Full HD è di 29 minuti 59 secondi.Per una migliore scelta, la registrazione in Full HD (1080p) è possibile sia nel formato FX che DX. Abbiamo poi comandi audio ad alta fedeltà e la possibilità di registrare video live non compressi 1080p su supporti esterni.

E’ possibile registrare le immagine grazie ai doppi alloggiamenti per le scheda SD ad alta velocità, compatibili con le card di memoria SDXC e UHS-I; la Nikon D600 assicura il trasferimento dei dati ad alta velocità, via USB o wireless, con l’adattatore WI-FI WU-1b.

Tra le altre caratteristiche principali, troviamo:

  • Sensore di misurazione esposimetrica RGB da 2016 pixel
  • Flash integrato con copertura fino a 24mm ad una distanza di 12 metri
  • Compatibilità con il nuovo Multi Power Battery Pack MB-D14;
  • Batterie di tipo EN-EL15
  • Otturatore garantito per 150’000 cicli con una velocità massima di 1/4000s e sincro flash di 1/200
  • Foto HDR e realizzazione di Time Lapse on-camera;
  • Riprese accelerate, modifica avanzate delle fotografie, tra cui correzione occhi rossi e bilanciamento colore, oltre a D-lighting, elaborazione di sviluppo personalizzato RAW e opzioni di ridimensionamento. Gli effetti filtro comprendono Skylight, Cross-screen, Miniatura, Disegna contorno, Bozzetto a colori e Selezione colore.
  • D-Lighting attivo di Nikon conserva automaticamente i dettagli sia nelle aree più buie che in quelle illuminate.

Il prezzo al pubblico negli USA è di circa 2.099 $ più tasse, e sarà disponibile dal 19 settembre: quindi in Italia ci potremmo aspettare un prezzo vicino ai 2.000€, superiore alle previsioni.

Comunicato stampa Nikon D600: cliccando sul link possiamo trovare la brochure della Nikon D600.

Sotto riporto una galleria fotografica con le principali foto della Nikon D600:

2 thoughts on “Presentata la Nikon D600

  1. dopo neanche 1 anno dall’uscita la nikon l’ha tolta dal mercato per un difetto all’otturatore.
    La d610 sembra aver risolto il problema.
    per il mio utilizzo, vista anche la migliore gestione ISO, preferisco la Canon 6d.
    in condizioni di luce “normale” produce una qualità superiore alla Canon, ma io ci devo lavorare per spettacoli e concerti. Qui la canon, visti anche gli obiettivi 135 F2.0 e 70-200 2.8 is usm ii, vince.

    • Ciao,
      L’articolo è di due anni fa, nel frattempo ho ampiamente rivalutato la 6D è parlato del problema delle macchie sul sensore della D600; puoi fare una ricerca sul sito. Grazie comunque del commento e di aver portato la tua esperienza.
      Marco

Rispondi