Daniel Morel vince la causa contro Getty e AFP

Daniel More

Daniel Morel vince la causa contro Getty Images e Agence France Press

Daniel Morel, un fotografo freelance ha recentemente vinto la causa contro Getty Images e Agence France Press per l’utilizzo commerciale delle sue foto senza permesso, conclusasi con un risarcimento dell’importo considerevole di 1,2 milioni di dollari.

Il fatto risale al 2010, quanto Daniel ha testimoniato con molte foto il terremoto ad Haiti e le ha postate su Twitter. Un editore di Agence France Press le ha trovate, date a Getty Images che le ha distribuite in tutto il mondo, vendendole a 45 $ l’una; la prima difesa di Getty ed AFP è stata quella di rifarsi a Twitter e che pensava fossero per la distribuzione pubblica; dopo aver letto le condizioni di uso delle foto però è parso chiaro che Twitter permette il retweet e la pubblicazione delle foto ma non per uso commerciale.

01_Daniel_Morel_main_photo_Haiti

La giuria ha pertanto condannato Getty e AFP di violazione del Copyright Act e li ha condannati al pagamento del più grande risarcimento di questo tipo nella storia della fotografia pari al massimo consentito di 1,2 milioni di $; la proposta di patteggiamento era inizialmente pari a 1.000 volte l’importo richiesto per una giornata di lavoro, cioè 275.000 $, ma evidentemente la giuria ha pensato diversamente, considerando il dolo e la modifica dei dati exif.

“During the earthquake, they were selling my exclusive photos for $45,” Mr. Morel said after the ruling. “This is wrong. Not only did these agencies steal the photos, but they were also giving them away.”

ha affermato Daniel Morel durante il processo: non sono hanno rubato le mie foto, ma le hanno anche vendute a 45 $ l’una.

La sentenza è dunque storica e spero serva da lezione per le agenzie che non solo pagano poco o nulla per il lavoro fatto, ma cercano di rubare i diritti a chi con le fotografie ci vive.

“We believe that this is the first time that these defendants or any other major digital licensor of photography have been found liable for willful violations of the Copyright Act,”

Pensiamo che sia la prima volta che questi imputati o altre agenzie sono state giudicati colpevoli per violare il Copyright Act, ha detto uno degli avvocati.

Daniel Morel

Per approfondire:

fonte | New Work Times

fonte | Servizio su Lens

fonte | Reuters

fonte | Chet Gordon

Rispondi