Canon Reflex 2013: una chiacchierata al Photoshow

Canon PhotoshowCanon Reflex al Photoshow di Milano 2013 – ultime uscite e possibili sviluppi.

Lo scorso Photoshow 2013 a Milano – dal 22 al 25 di Marzo – è stato anche l’occasione di fare una chiacchierata con Canon su quelli che possono essere gli sviluppi futuri, la strategia attuale e l’offerta reflex / obiettivi per inizio 2013.

Andiamo dunque ad analizzare il tutto più in dettaglio, anche alla luce dei rumors e delle ultime uscite; Canon sta cercando di venire incontro alle esigenze di tutte le fasce di utenti, partendo da chi si affaccia per la prima volta nel mondo della fotografia ai fotografi professionisti.

Canon 100D creative

Per i fotografi amatoriali che arrivano da una compatta, è stata presentata la Canon 100D – sostituta della Canon 1100D – la più piccola reflex in circolazione, con delle specifiche comunque di tutto rispetto quali sensore da 18 MP, 9 punti AF e video HD; questa reflex è anche pensata come secondo corpo maneggevole per chi ha una full frame per esempio.

Canon 700D

Subito dopo troviamo la Canon 700D, semplice aggiornamento della Canon 650D, con sensore da 18 MP, processore DIGIC 5 a 14 bit, AF a 9 punti tutti a croce e display orientabile.

EOS_60D

Ad oggi la posizione reflex per gli utenti esperti su sensore APS-C è occupata dalla Canon 60D; numerosi sono i rumors di una possibile uscita entro Aprile della Canon 70D che sembra essere destinata a ritornare ai fasti della 50D almeno come qualità costruttiva ed ergonomia.

Canon_EOS_7D

Nulla si sa ancora di una eventuale sostituta della Canon 7D, che è stata oggetto di un aggiornamento firmware lo scorso agosto; nonostante le mie domande insistite e ripetute nulla è trapelato; in ogni caso mi è stato ribadito come al prezzo attuale la Canon 7D sia indubbiamente un best buy (si trova nuova  a meno di 1.000 € on line e si aggiunge anche il Cashback); inoltre la Canon 7D è stata l’unica reflex costruita e prodotta seguendo le specifiche e le richieste dei professionisti, con il suo doppio processore DIGIC 4 per esempio: rappresenta dunque lo stato dell’arte delle reflex formato ridotto Canon, situazione difficilmente ripetibile. E’ anche vero che come possiamo vedere sotto – immagine tratta da Northlight Images – secondo la timeline è la reflex ancora presente sul mercato da più tempo (metà 2009).

timeline

Onestamente comunque soprattutto con l’uscita della Canon 6D – posizionata ormai ad un prezzo su strada di 1.500 € – e visto che le richieste del mercato si posizionano sempre più verso il full frame, vedo una sua uscita sempre più difficile: dove si posizionerebbe nella linea Canon? A che prezzo poi? Chi la comprerebbe per esempio a 1.700 € quando potresti avere una full frame come la Canon 6D ad un prezzo più basso? Anche se ricordiamo che le specifiche che girano parlano di 24 MP, doppio DIGIC 5, GPS, Wifi, e 61 punti AF, quindi specifiche di tutto rispetto.

Canon 6D

Ho finalmente avuto modo di vedere e provare la Canon 6D, che avevo giudicato abbastanza male; ebbene, mi sono parzialmente ricreduto. E’ maneggevole, piccola e compatta ma ricca di funzioni. Un plus sono di certo il GPS e il Wifi per chi fosse interessato, l’autofocus invece è veramente “povero”, con soli 11 punti di cui solo quello centrale a croce anche se capace di un’esposizione a -3 EV. Manca poi il flash integrato e l’utilizzo di schede SD in realtà penalizza chi – come me – ha sempre utilizzato CF.

Con questa reflex però la Canon ha strizzato l’occhio al fotoamatore evoluto che voleva passare al Full Frame ad un prezzo economico (si trova a circa 1.500 €), senza fronzoli e plus vari: chiaro è che per chi viene da una 60D il passo è lungo, mentre chi è abituato alla Canon 7D troverà questa reflex un pò “castrata”.

D’altro canto però, anche solo utilizzando il punto centrale sarà possibile fare foto in qualsiasi condizione di luce, ottenendo RAW lavorabili anche a 12600 ISO; arrivano qui in aiuto del fotoamatore evoluto i nuovi obiettivi presentati in autunno, di qualità costruttiva ottima e completamente riprogettati perché pensati per le nuove reflex full frame e per dei crop spinti: il 24-70 f2.8 II ed il 24-70 f4 IS, quest’ultimo con una funzione macro utile per avvicinarsi a questo tipo di fotografie.

Canon 5D Mark III

Infine mi è stato possibile provare anche la Canon 5D Mark III; che dire: un sogno ad occhi aperti! Ergonomia eccezionale, una distesa di punti di messa a fuoco, quasi da perdercisi dentro, un’infinità di funzioni ad un prezzo sempre più accessibile – 2.500 € solo corpo. Se vogliamo trovare un difetto, mancano il GPS integrato ed il Wifi, visto che gli accessori opzionali sono disponibili a prezzi proibitivi (rispettivamente 300 € e 800 € circa)..

E voi cosa ne pensate?

Rispondi